Oracle Database Sync

Oracle SQL Developer is full of nice feature, damned by a overwhelming options pane, like the one I will describe to you right now.

I will show here a very fast way of comparing different database and auto-generate migration script.

  1. Reverse engineer the source database using Oracle Data Modeler
  2. Now select the right arrow  shown below:
    sync-with-db
  3. Select the destination datasource (more here) when asked.
  4. The compare pane will enable you to compare the databases.
    But the default options will also use schema name to detect different object, so you will not get what you want in every scenario.
    In 50% of my daily job, schema are different, so you must select the options below to fix it:
    Select “Options” and then “Compare options”. Then  de-select “Use schema property” like suggested below:
    magic-option
  5. Push the “Sync new object”. Then push the “DLL Preview” button and inspect the generated database.
  6. Bonus: by default the tool will not include tables to drop. Inspect the two pane ad check the table you want to drop in the left pane.
  7. Refrain launching the script without proper testing. You are migrating your valuable data.

Parole e situazioni

Gloria:- Ivan si è laurearto a 24 anni..-
Kevin:-Ah…io a 26….
Valentina:-Ma tu sei ingegnere?
Kevin:-No 
Gloria (dopo una pausa di silenzio imbarazzante):-Ah ma hai farto il militare, ecco perché!?
Kevin:-No…
(doppio silenzio imbarazzante)

Oggi parliamo delle mitiche paroline che dici, figlio mio. Le tue paroline preferite sono (d apronunicare tutte con le vocali tutte super-chiuse, le u molto “lente”):

  • “uova” (ne vuoi una a pasto…)
  • “body” (ogni volta che vai a letto, lo vuoi anche in piena estate che sei un folle secondo noi)
  • “nonno” (invocato ad ogni marachella scoperta, come arbitro “imparziale”….da’ sempre la colpa tutta ai genitori…)
  • “nanna”

Ecco alcuni utilizzi tipici di tali parole

Quando la domenica sera torniamo dalla cena a casa di Nonna, che ti ha appena fatto due etti di salmone affumicato, un litro di latte per addormentarti e sono le 21, tu chiedi: “Uova!” invece che “Nanna”….

Dopo una sabato di gioco a “rincorriamoci per un ora con mio cugino david” tu dici “Papà…su…(ti prendo)…nanna!”

Quando ti cambiamo la sera di agosto che fa un caldo bestia, prima di andare a nanna tu non vuoi metterti la maglietta ma dici “body”… ma come fai a non sudare solo all’idea?

Quando torno a casa mi dici “nonno!”…quando torno a casa e sei tra le braccia di nonno tu me lo indichi e dici “nonno!”…

 

 

 

Arduino la sfida embedded per il Software Architect

L’Arduino Uno, è un micro controller tutto italiano, sviluppato in open source e che sta avendo un grande successo.

Una parte del suo successo è dovuto al fatto che costa meno di trenta euro, e per essere così economico la versione base ha un chip ATmega328 con soltanto 2 KB di RAM, 1KB di EEPROM e 32KB di memoria flash per il codice. Come implementare comportamenti complessi con risorse così scarse? L’ingegneria del software ci può aiutare?…
Vediamolo assieme, in una serie di articoli che avranno come obiettivo l’ingegnerizzazione spinta del sistema di sviluppo Arduino.

Continue reading “Arduino la sfida embedded per il Software Architect”

Automatically refresh your user’s Session behind the scenes using jQuery and Asp.Net

Sometimes, a client-based refresh of the session is the only viable option.

Anyway, we must define this a “bad idea”, because you can end up stuffing even more problems on your architecture…

Now this is something that may or may not be useful to a lot of people, depending on you situation, you may want the user to elect to refresh their Session or not (like banks usually do); but this is for applications that may have a lot of idle time and users are annoyed with their Sessions dying… considering most users don’t know what a Session is, but they know that the application stops working correctly.

It uses jQuery and is incredibly simple, just a few lines of code, and no screen flicker or any annoyance to the user at all; ignorance is bliss. First I include the following in the code-behind in any page you need to keep refreshed (works on masterpages as well)[…]

via Automatically refresh your user’s Session behind the scenes using jQuery and Asp.Net.