Criptare con emacs

Al giorno d’oggi si hanno tanti account, con tante password. Più una password è diversa dalle altre meglio è. Ma come proteggerle, evitando di segnarne sempre il meno possibile? Sotto MacOSX c’è il Keychain, ovviamente incompatibile con windows e linux.

Grazie a questo articolo, ho scoperto che emacs ha una serie di integrazioni con i meccanismi di criptazione a chiave pubblica e privata. As usual, emacs wins :)

 

Apple la strategia del 2010

This entry is part 1 of 5 in the series IT Economy

Abbiamo fatto una rapida analisi dell’ Apple iPad in un articolo precedente: vediamo questa volta come l’iPad si inserisce in una possibile strategia globale dell’azienda di Cupertino.

La maggior parte delle osservazioni che faremo sono corroborate da accadimenti storici, il resto sono previsioni di breve termine ma illuminanti.

Continue reading “Apple la strategia del 2010”

Che cosa ci ha insegnato l’IPhone – Parte Seconda

This entry is part 2 of 5 in the series IT Economy

Nel primo dei nostri articoli abbiamo analizzato in modo dettagliato il successo dell’iPod. Vogliamo ora prendere in considerazione il caso dell’iPhone, che sta riscuotendo un buon successo e che nato (quasi) dal nulla è diventato un prodotto vincente.

Quando un grande player vuole affacciarsi in un mercato che non conosce, deve stare molto attento. Lo sa bene la Microsoft, che con Zune e XBox ha creato una buona base di utenti, ma a faticato non poco per affermarsi e ha dovuto lavorare molto sull’aspetto di management più che su quello commerciale. Inizieremo con un esempio per spiegare la stragegia dell’iPhone di Apple.

Continue reading “Che cosa ci ha insegnato l’IPhone – Parte Seconda”

Che cosa ci ha insegnato l’iPod – Parte Prima

This entry is part 3 of 5 in the series IT Economy

Grazie al periodo natalizio, pieno di Regali, la redazione di Gioorgi.com è riuscita a guardare da vicino l’Apple iPhone 3G, chiamato anche “Melafonino”.

Così abbiamo iniziato a fare una serie di considerazioni sull’iPhone e abbiamo tratto delle conclusioni interessanti.
In questo primo articolo inizieremo a parlare di iPod, per poi introdurre l’argomento iPhone in un secondo intervento.

Negli ultimi due anni e mezzo la Apple ha iniziato a trasformarsi da società venditrice di Personal Computer di fascia alta con una forte riconoscibilità, ad un a società che aspira a vendere apparecchiature avanzate di diverso tipo. Questo percorso è iniziato con l’iPod, ed è poi proseguito con l’iPhone. Si noti che questa strategia si è affinata nel tempo. Inizialmente l’iPod sembrava più un gadget per veicolare e rafforzare l’iTunes Music Store. L’avventura del negozio on line di musica era molto rischiosa: innanzitutto perché esistevano (ed esistono) già innumerevoli servizi similari, e poi perché il loro successo era risibile. Microsoft ha faticato non poco a entrare in questo mercato, e lo ha rafforzato con Zune solo dopo che l’esperienza della Apple era parsa convincente in quel di Redmond.

Continue reading “Che cosa ci ha insegnato l’iPod – Parte Prima”

Storia Super Rapida di Internet

This entry is part 3 of 5 in the series Formazione

Si parla molto di Internet su… Internet, ma tutte le pagine che trattano della storia di Internet hanno due classici difetti: (a) sono verbosissime e (b) sono in inglese. Così abbiamo pensato di fare un riassunto super compatto nelle pagine di Gioorgi.com…

La prima rete interconnessa è quella creata dal dipartimento di difesa americano, e chiamata ARPANET. Siamo all’inizio degli anni 70.

Continue reading “Storia Super Rapida di Internet”