Criptare con emacs

Al giorno d’oggi si hanno tanti account, con tante password. Più una password è diversa dalle altre meglio è. Ma come proteggerle, evitando di segnarne sempre il meno possibile? Sotto MacOSX c’è il Keychain, ovviamente incompatibile con windows e linux.

Grazie a questo articolo, ho scoperto che emacs ha una serie di integrazioni con i meccanismi di criptazione a chiave pubblica e privata. As usual, emacs wins :)

 

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.