Quando ero piccolo io…

Ciao bimbo mio,
oramai è assodato che sei un maschietto, e secondo i calcoli mancano meno di 120 giorni alla tua nascita.

Martedì 29 dicembre 2009, per la precisione, siamo entrati nella ventesima settimana, la metà del tempo necessario a generarti in modo completo.

Io e tua madre stiamo ancora discutendo sul nome da darti, e credo che lo decideremo solo dopo averti visto bene in faccia.

Poiché ti sarà facile scoprire cosa ti si affaccia al mondo, ti dirò che cosa c’era prima che tu nascessi

Cose che c’erano e ci saranno

Quando tuo papò  è nato (negli anni ’70!) c’erano ancora le lire e i dischi di vinile. Probabilmente i CDROM scompariranno presto, per cui tu potrai dire ai tuoi figli: “quando sono nato io c’erano ancora i CD e i cellulari erano spessi così!” e loro ti risponderanno chiedendoti cosa sono i cellulari.

Nel 1980 c’era Mike Bongiorno, che aveva già 56 anni, ma sembrava averne molti meno. Mike ha inventato il quiz, Gerry Scotti le letterine.

Nel 1985 tutti i giochi vagamente elettronici (console) che avevo  usavano cavi per connettere i controller. Ora è tutto senza fili, e anche i pochi fili rimasti probabilmente faranno una brutta fine.

Nel 1986 c’erano dei giochi di plastica giapponesi (Daltanius, Trider G7, Daitarn3) che costavano poco ed erano belli grossi. Nel 2010 non li vendono più ma dei collezionisti vendono delle brutte copie piccole e mal colorate a costi esorbitanti. Quando i tuoi giocattoli non li vorrai più, papà li prende e li mette in cassaforte, così tu potrai regalare l’auto ai miei nipotini rivendendoli.

Negli anni 90 la musica era un po’ martellante e la mia generazione aveva nostalgia degli anni 80. Io spero che quando avrai vent’anni  (nel 2030) ci sia musica migliore di quella che c’è ora, e che Britney Spears sia in pensione.

Negli anni 90 Bettino Craxi era un latitante, oggi nel 2010 è un povero perseguitato, speriamo solo che non sia fatto santo nel 2030.

Gianfranco Fini crede di avere un futuro come Primo Ministro, e forse ha ragione. Vediamo nel 2030 cosa ne pensi tu.

Beppe Grillo nel 1980 era un comico, nel 1990  era un opinionista con blog, ora tenta di diventare uno statista. Vediamo che mestiere tenterà di fare tra quindici anni.

Un sacco di gente oleosa e foroforsa ha guadagnato un ministero o anche di più facendo il leccapiedi di Silvio; se c’è giustizia a questo mondo, il sipario si chiuderà davanti a loro al cambio della guardia, sennò amore mio me li segno tutti e te li indico quando hai 18 anni, così non li votiamo.

E’ probabile che Andreotti ci sarà anche quando ci saranno i tuoi figli, nel caso spiegagli molto bene cosa sia.

2 Replies to “Quando ero piccolo io…”

  1. ihihih bellissima la lettera a tuo figlio,non ho guardato la data, dunque non sò se è già nato.Ccredo ti piacere bbe il gruppo :Quando io ero piccolo.facci un giro .OK?

    Un saluto anche al tuo bimbo a cui auguro di poter vivere in un mondo migliore e di essere protagonista del suo tempo

  2. Nel 1986 i giochi non costavano poco, me lo ricordo bene.

    La lettera però è decisamente carina.

    Ottimo.

    Bel colpo G

Leave a Reply