Il nuovo presidente degli Stati Uniti: they can

November 5, 2008
By

A Gioorgi.com la redazione ha una doppia anima: da un lato siamo fan dell’america, dall’altro ne evidenziamo gli errori compiuti negli ultimi anni, come per esempio  la lunga e non risolutiva guerra in Iraq, a cui rischia di aggiungersi anche un conflitto di sapore iraniano.
Come molti, abbiamo seguito con emozione la notte elettorale, e abbiamo segretamente tifato per Barrack Obama.

Con questo piccolo articolo, vogliamo farvi riflettere sul futuro che ci attende dopo l’esito delle elezioni americane. La vittoria di Barrack Obama è stata schiacciante: mentre stiamo scrivendo Obama può contare su ben 338 elettori, quando ne aveva bisogno di “soli” 270 per assicurarsi la Casa Bianca.

Sia McCain che Obama sono degli outsider, persone distanti dai rispettivi partiti, e grandi cose ci possiamo aspettare dal primo presidente non bianco degli Stati Uniti

Riferimenti

Tags: ,

2 Responses to Il nuovo presidente degli Stati Uniti: they can

  1. Giovanni Giorgi on November 8, 2008 at 0:43

    Homer e il voto…


    Obama e FaceBook: http://www.facebook.com/barackobama?ref=ts
    ove leggiamo:

    Before his Election Night speech last night, Barack sent out this message to suppporters:

    "I'm about to head to Grant Park to talk to everyone gathered there, but I wanted to write to you first.

    We just made history.

    And I don't want you to forget how we did it.

    You made history every single day during this campaign — every day you knocked on doors, made a donation, or talked to your family, friends, and neighbors about why you believe it's time for change.

    I want to thank all of you who gave your time, talent, and passion to this campaign. We have a lot of work to do to get our country back on track, and I'll be in touch soon about what comes next.

    But I want to be very clear about one thing…

    All of this happened because of you.

    Thank you,

    Barack"

Leave a Reply