Andava tutto così bene

Da più parti si  è osservato che il governo ha sprizzato ottimismo da tutti i pori fino ad un mese fa, quando ha dovuto ricredersi e optare per una manovra pluriennale “con il cuore che gronda sangue”

Siamo passati dalla megalomania del faccio tutto io, a “ci dispiace ma siamo veramente immersi in una situazione marrone”.

Come è posibile?

Mi limito ad osservare che già da più di un anno circolavano articoli di economia che evidenziavano che l’Italia stava scivolando ai livelli della Grecia a causa del modesto aumento del PIL, mentre Germania e Francia erano addirittura in crescendo.

Questi segnali non sono stati armonizzati in modo corretto dal Governo, che anzi è stato guidato da un imprimatur tutto Tremontiano: era il ministero del tesoro che decideva il budget degli altri ministeri (Beni Culturali, Difesa, Istruzione… sono state le aree dove è stato evidente a causa di malumori di piazza & palazzo). Paraticamente tutti gli altri ministri si sono lamentati del… “taglieggiamento” tremontiano, senza che da Mr Brelusca trovasse la quadra. Non che fosse facile, anche perché un ottica aziendalista  non ha bisogno di farlo: questo ha inviato un segnale di povertà & inconcretezza che ha avuto breccia nella speculazione.

Ora i mercati si stanno riprendendo i soldi persi nelle varie bolle, e non mollerano tanto facilmente.

 

 

Leave a Reply