Rolex di cittadinanza

Ritengo abbastanza sterile la notizia del rolex di uno dei candidati di Calenda, che ha scatenato l’odio in rete, poché criticava il reddito di cittadinanza.
Però l’evento aiuta a spiegare spesso le dinamiche italiane.
Ci sono parecchi dati che certificano che il reddito di cittadinanza non ha creato più lavoro, e quindi ha fallito. Mi ricordo che molti evidenziavano questo rischio proprio poco prima che fosse approvato.

Il problema non è avere o meno un Rolex, ovviamente.

Il problema è che una misura che invece che creare lavoro incoraggia tutta una serie di comportamenti “alternativi” è pessima di per sé.

Da quello che mi hanno raccontato gli amici, in sud Italia non si trovano camerieri o bagnini per una ragione molto semplice: perché per prendere una cirfa paragonabile preferiscono prendere il reddito di cittadinanza, a meno ovviamente di non essere pagati in nero.
Come se imparare un mestiere, qualunque esso sia, non sia meglio di prendere soldi senza far nulla.

Solo che invece che discutere seriamente di un problema complicato (che si badi bene non ammette scorciatoie alla Salvini), in Italia si preferisce additare una qualsiasi trave nell’occhio dell’avversario politico, sperando che venga percepita come più grande della propria.
Spesso e volentieri la “trave” (un orologio vistoso?) non c’entra assolutamente nulla rispetto alla questione in discussione (reddito) ma è sufficiente per attaccare l’avversario.

In Italia non si attaccano gli argomenti, si attacca chi pone (a torto o a ragione) il problema…

Posted in Italian Content | Tagged | Leave a comment

Now you are able to print our article without side bars & logos

Sometimes you could have the need to print our humble articles.

We have fixed the HTML CSS to support nice printing browser capability: give a try and let us know.

Posted in English Content | Leave a comment

Numworks saddest day

Lets face it handheld calculators are over priced: a Black and White Casio fx-9860-GIII is priced around 85€ but has only 64kb of working RAM.

Texas Instruments one costs even more.

Numworks offered a color display, 256Kb of RAM and a good GUI at 80€, the same price for a B/W slow Casio entry level. It was the best “Bang for the buck” also for the ability to enable CAS’s extensions, via flashing a open source kernel; it was until today….

Numworks running Omega custom build

Because someone abused the Numworks operating system (cheating under the “exam mode”), the company decided to “close” it, putting an end to the high customization you was able to achive. Omega was one of the most advanced custom kernel you can put on Numworks. The following discord message was published yesterday to inform Omega developers and user about their decision. Today is a sad day for Numworks: even if we understand the reasons behind their lock-in decision, we think they are losing the opportunity to build a great product around a vibrant community of teachers and smart guys.

Posted in English Content | Tagged | Leave a comment

HarborMaster!

After creating Misterio, I found this alternative called HarborMaster:

Harbormaster is a small utility that lets you easily deploy multiple Docker-Compose applications on a single host.

It does this by taking a list of git repository URLs that contain Docker Compose files and running the Compose apps they contain. It will also handle updating/restarting the apps when the repositories change.

….

Do you have a work server that you want to run a few small services on, but don’t want to have to manually manage it? Do you find that having every deployment action be in a git repo more tidy?

Harbormaster is for you.

If you need a more resource-friendly solution compared to k8s, Harbormaster is a solution to try: it is a good set of feature and can be a winner.

Compared to Misterio it add some more dependencies (Misterio needs onybash,  ssh daemon and docker on the target machine), so stick with what you prefer.

 

Posted in DevOps, English Content, Python | Tagged | Leave a comment

Cassandra Compendium

Apache Cassandra Compendium, pasting together documentation from https://cassandra.apache.org/doc/latest/cassandra/data_modeling/index.html

Continue reading

Posted in English Content, Knowledgebase | Tagged | Leave a comment

Perché Evangelion 3+1 non mi è piaciuto (pochi spoiler)

E’ con rammarico che scrivo queste note, e ripoto qui solo le mie opinioni a “caldo” 

Iniziamo dai lati postivi: Evangelion: 3.0+1.0 Thrice Upon a Time è disegnato benissimo, un film degno del 2021. Anche lo stile è molto avanzato: vengono inseriti sia disegni a mano, che sequenze 3D oltre a sequenze “miste” in bianco e nero e alcune citazioni dalla prima puntata. La scelta della colonna sonora è buona, e denota una certa cura. I combattimenti sono veloci, e fulminanti nello stile di Evangelion.

Purtroppo però la storia è piuttosto fragile e confusa: non si capisce molto, e soprattutto l’introspezione dei personaggi è quasi zero. Arriviamo al punto che a metà del film il protagonista incontra il figlio di un altro personaggio femminile, la scena dura due secondi, senza che si scambino pià di tre parole, e poi in un’altra scena, su richiesta della madre, ne parla come se lo “avesse conosciuto” bene….follia.

Verso la fine c’è un confronto tra Shinji e suo padre. Per la prima volta il padre parla del dolore della perdita della madre peccato che non si spieghi come sia morta la madre di Shinji (e il dettaglio è dannatamente importante). Sapendo questa cosa l’intero quadro cambia prospettiva e fa diventare il discorso un po’ assurdo (in un altro post spiegherò meglio, ma se devo evitare spoiler questo vi basti).

Il personaggio femminile nuovo, Mari Iscariota è inserito a forza nella trama (non c’era in passato e sembra sia stato richiesto dalla produzione:

Durante la produzione dei film del Rebuild of Evangelion Toshimichi Ōtsuki, rappresentante della King Records e già produttore della serie animata originale di Neon Genesis Evangelion, richiese esplicitamente di inserire un nuovo personaggio femminile

da Wikipedia

Sembra però che Hideaki Anno abbia dato pochissimi dettagli su come volesse il personaggio (ci credeva molto…), e in effetti si vede: non dice mai nulla di interessante, e appare solo nelle scene di combattimento o quasi… un disastro.

Se siete amanti della saga, temo che The End of Evangelion e la Platinum collection siano ancora il meglio che possiate trovare (ma non su Amazon che costano un botto).

Un peccato, un vero peccato

Posted in Italian Content | Tagged | Leave a comment