KUU G3: Voto 7

Oggi faccio la recensione del portatile KUU G3, un notebook di fascia medio-alta da 15 pollici con AMD Ryzen 5 (6 core fisici), 8 Gb RAM (DDR4) + 512MB SSD, venduto al momento sui 600€.

Si tratta di un notebook prodotto da una azienda cinese, probabilmente venduto sotto costo, che però ha una qualità costruttiva superiore ai prodotti “low cost” cinesi a cui siamo stati abituati per anni.

L’unpacking è immediato poiché è minimale: il corpo del portatile è protetto da una busta anti-urto e consegnato in una scatola di cartone anonima; come accessori c’è il solo trasformatore USB-C con cavo e un paio di foglietti con la garanzia, senza nessun manuale.

Il notebook è molto leggero (pesa poco più di un chilo e mezzo), e si presenta bene, poiché  la scocca è in alluminio. La tastiera non è in italiano ma internazionale US, retroilluminata. Imbarazzante la mancanza del led per segnalare il caps lock attivo.

I perni di aggancio del monitor sembrano solidi.

Il tasto di accensione include un lettore di impronte, una feature a nostro avviso poco significativa. La tastiera però è full size e include anche il tastierino numerico; la posizione del tasto Canc(Delete) è infelice perché sopra backspace anziché dietro “Enter”:

Globalmente il prodotto è valido, lo schermo è buono e si presenta bene. La presenza di due prese USB-C (una è occupata durante la ricarica), due USB3 e l’uscita per le cuffie denota una certa cura nella progettazione.

Cosa ci piace

  1. Viene fornito Windows 10 Pro preinstallato.
    Contrariamente ad altri prodotti (es Lenovo) l’installazione di Windows è “vanilla”, senza altri prodotti terzi installati e spesso fastidiosi (es discutibili “utilità” quali antivirus(*), browser sconosciuti o peggio).
  2. Durante l’uso rileviamo che lo schermo è buono ed il pc può essere usato anche per giocare, e benché non sia di fascia altissima si comporta bene (testati Diablo, StarCraft II).
  3. L’SSD da 512MB è un plus a questa fascia di prezzo, ed è il vero punto forte di questo portatile.
  4. La consegna è arrivata prima del previsto (come un Prime).

Cosa non ci piace

  1. La tastiera è internazionale: dovrebbero essere forniti degli stickers per la tastiera italiano ma a noi non sono pervenuti. In ogni caso la soluzione con stickers non è ottimale, per cui tenete presente questo aspetto se per voi è imprescindibile.
  2. La webcam è il punto debole di questo portatile, poiché è sotto le aspettative (1MP, e si vede).
  3. Anche il comparto audio sembra zoppicante, suona male e considerando la dimensione dello chassis sarebbe stato facile migliorarlo.
  4. Le ventole scattano in continuazione, probabilmente per la somma del calore SSD + processore

(*)Note sui prodotti di dubbia utilità

Nel 2015 Lenovo installava sui suoi portatili un browser chiamato Superfish che rappresentava un rischio significativo per la sicurezza.

Per chi pensa di comperare il Norton antivirus spesso fornito in “prova”: Windows 10 ha un antivirus integrato. Non è necessario installarne un altro, anche se ovviamente si può fare; però in Windows 10 Home l’antivirus non può essere disattivato (se non per brevi momenti) per cui installare un secondo antivirus rallenta per certo la macchina.

Conclusioni

Il prezzo del KUU G3 sembra dire che il “re è nudo”: prodotti equivalenti di HP &  Dell mostrano performance inferiori a costi maggiorati;  considerando che tutti questi prodotti sono fatti per la maggior parte in Cina, la concorrenza cinese inizia a mordere per bene.

This entry was posted in Italian Content, Recensioni and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.