Prova di HP Instant Ink: luci ed ombre

Introduzione

Avendo acquistato una nuova stampante HP, ho voluto provare il servizio HP Instant Ink.

Se acquistate le stampanti sul sito di HP, ottenete degli sconti maggiori rispetto ad Amazon o Mediaworld, perché HP vi fa uno sconto sul prezzo di listino, che difficilmente troverete altrove.

Il servizio HP Instant Ink si pone come alternativa all’acquisto di cartucce.

Instant ink propone un abbonamento basato sul numero di pagine. Sono proposti diversi abbonamenti, con fatturazione mensile. HP vi spedisce a casa delle cartucce “sovradimensionate”, e traccia costantemente il numero di pagine stampate (il perché vi sarà chiaro a breve).

La tracciatura è anche abbastanza pressante: se lasciate offline la stampante per due settimane (per esempio perché chiudete l’ufficio e la spegnete), l’HP vi manda una email per accertarsi che la “riaccendiate” rimettendola on line. Dal punto di vista del risparmio energetico questo non è bellissimo perché incoraggia di fatto a tenerla sempre accesa.

 

Abbiamo provato l’abbonamento da 60€  ca al mese, da 100 pagine

L’abbonamento da 120€ all’anno consente di stampare il triplo.

Vi prego di notare che le pagine extra sono addebitate in automatico, poiché hanno la vostra carta di credito.

E’ possibile cambiare mensilmente  l’abbonamento, facendo upgrade & downgrades.
E’ possibile accumulare un certo numero di pagine “non spese” entro determinati range, ma risulta che si perdano in caso di upgrade & downgrade.

Se usate il servizio in una piccola impresa, potete avvalervi del fatto che vi viene anche mostrato un grafico gradevole con le statistiche di stampa mensile:

Analisi

Un set di 4 cartucce simili a quelle spedite da Instant Ink costa circa 83,17€ sul sito di HP e sostiene di bastare per 825 pagine:

Supponendo che le cartucce super di cui parliamo riescano a stampare un po’ meno di 825 pagine, come vedete non è semplicissimo “imbroccare” l’abbonamento corretto.
Il primo abbonamento conviene ma ha un volume così basso che arrivate al pari con un acquisto di cartucce se sforate di 170 pagine (84-66=17€ pari a 17 pacchetti da 10 pagine).
Il secondo abbonamento sembra il più conveniente, perché ha una buona accumulazione di pagine e vi costa meno di due set di cartucce.
Si suppone che il vostro volume di stampa si riduca in alcuni mesi (per es in luglio e agosto) ed in tal modo potete raccogliere un “buffer” per ridurre i costi: ma l'”accumulazione” dura solo un mese, per cui non siamo riusciti a vederne i benefici oltre un mese di basso utilizzo.

Invio

HP vi invia le cartucce in “anticipo”: il primo invio consta di 4 cartucce, e dopo un po’ di stampe intense ci è arrivato un pacchetto di tre cartucce colore, a fronte di circa 600 pagine stampante. A occhio un set può stampare circa 400 pagine.

L’invio viene segnalato sul sito, la spedizione viene dalla Germania, non è celere ma arriva in una settimana: sperate solo che non vi serva prima.

 

Dismissione

Se annullate l’abbonamento, le cartucce smettono di funzionare alla fine del ciclo di fatturazione, come gentilmente sottolineato qui:

Per cui non è possibile tenersi le cartucce già consegnate. Questo aspetto è piuttosto fastidioso e dimostra la volontà di creare un fortissimo lock in. D’altronde se fosse stato consentito l’uso dell’inchiostro residuo questo avrebbe consentito di fare continui abbonamenti/annullamenti per raccattare cartucce a fronte di una spesa minima.

Caveats

C’è un aspetto ulteriore che va considerato però. Dal sito, si legge che

Il servizio HP Instant Ink non può essere sospeso momentaneamente. In caso di assenza per un periodo di tempo maggiore e se non si desidera essere addebitati per il servizio HP Instant Ink durante tale periodo, è necessario annullare il servizio, quindi effettuare nuovamente la registrazione quando opportuno. Se si annulla il proprio account e si effettua nuovamente la registrazione, tutti mesi promozionali gratuiti e le pagine rinnovate decadono, anche in caso di re-iscrizione.

In realtà la pubblicità lasciava intendere che fosse possibile “sospendere” temporaneamente il servizio. L’HP guadagna poiché vi sta vendendo una specie di abbonamento alla “Netflix” sulle cartucce.

L’abbonamento di prova di sei mesi è sufficiente per capire cosa vi conviene fare: per un uso saltuario il secondo abbonamento è accettabile, oltre dovete monitorare il consumo; i sei mesi gratuiti si sono rilevati più che sufficienti per comprendere se il servizio risulti conveniente o meno, ma alla fine abbiamo preferito tornare al “compra una rigenerata & non farti spiare”.

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.