Terrapiattisti


Nel 1492 Colobo scoprì l’America scommettendo sul fatto che la terra fosse tonda. In realtà c’erano parecchie prove indirette, ma nessuno lo aveva ancora dimostrato, e soprattutto i rischi di andare per mare erano altissimi. Ora girano per internet teorie complottiste che

Inizio a pensare che ci sia un limite alla quantità di informazione che la cultura di massa (la “Gente Comune”) possa assorbire. Come notava Piero Angela in un’intervista per i suoi novant’anni, una persona nata a inizio 900 è passata in poco più di una generazione dall’invenzione dell’aereoplano (1903) all’Internet di massa e ai social su cellulare (l’ IPhone nasce nel 2007).

Per cui l’avvento degli Eathers (Terrapiattisti) è l’inevitabile incapacità della massa di tenere assieme tutte queste cose oppure una spia di un malessere sociale più profondo? L’insostenibile, oppressiva impressione che siamo destinati a essere ignoranti nel senso di “ignorare” molte cose che ci girano attorno?

Le mie nonne gestivano la casa, tre figlie e un’intera magione, se necesario. Sapevano dire al muratore come tirare su il muro del fienile, all’idraulico come fare il suo lavoro, ecc. Venivano dalla guerra e quindi tutto veniva riparato, non si buttava via nulla (forse anche perché erano marchigiane e avevao un po’ “il braccino corto”, chissà :)

La mia generazione non può aprire un tostapane, tutto è diventato chiuso, intoccabile e in certa misura “non riparabile”. Un asciugacapelli costa 20€, se si rompe ripararlo non costa meno di 25€. Non sappiamo come funziona la nostra auto ibrida o il nostro smartphone, mentre nel 1960 se aprivi il cofano di una seicento potevi vedere GIRARE il motore al suo interno.

La mancanza del controllo sul mondo, ha generato forse un reflusso, una diffidenza su tutto e tutti? Pensare o credere al complotto delle grandi aziende siano essi BigPharma o la NASA”terratondista” ci tranquillizza? Rende la massa intrappolata nel sogno di sapere che c’è un complotto, che il mondo è “sbagliato”, non chi non riesce più a stare al passo e a comprenderlo a questa velocità?


Vi lascio con una riflessione conclusiva: nella Germania prostrata dopo la prima guerra mondiale, con il nazismo in piena ascesa, si diffuse in Germania la teoria della della terra cava… un mito foraggiato anche da gerarchi del regime…

[…] i Nazisti negli anni ’30 esplorarono le regioni polari del nostro pianeta. [..] i Nazisti spedirono continuamente uomini e materiali al Polo Sud durante gli anni precedenti alla guerra, e respinsero pure un attacco “post WW2” da parte degli “Alleati” nel 1946,

Vedi https://immagineperduta.it/i-nazisti-la-terra-cava-e-il-mitico-regno-di-agarthi/ ma soprattutto la pagina dedicata di Wikipedia.


Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.