Google contro Murdoch: è la guerra delle notizie

Non è la prima volta che seguiamo i tentativi di Mr Murdoch di rendere a pagamento le notizie: leggiamo su Repubblica.it di questi giorni:

«Everything is competition», è tutta concorrenza dice Rupert Murdoch, il più grande magnate dell’ informazione, il proprietario di Sky News e Fox, Wall Street Journal e Times, per tacere dell’ indice Dow Jones e della Twenty Century Fox. Ma se è concorrenza, allora che sia leale,e Internet paghi: paghi per i contenuti «rubati» ai giornali, paghi per le notiziee le analisi che finiscono, gratis, in rete. «Chi prende i nostri articoli e li utilizza è un ladro», dice SuperRupert a David Speers, che lo intervista 37 minuti per Sky News Australia, naturalmente di sua proprietà. Si riferisce a Google? «A Google, a Microsoft, e Ask.com: c’ è un mucchio di gente lì».

Slashdot | James Murdoch Criticizes BBC For Providing “Free News”

News Corporation’s James Murdoch says that a ‘dominant’ BBC threatens independent journalism in the UK and that free news on the web provided by the BBC made it ‘incredibly difficult’ for private news organizations to ask people to pay for their news.

via Slashdot | James Murdoch Criticizes BBC For Providing “Free News”.

It is not the first time Murdoch is trying to fool us. Murdoch new war is trying to persuade people news on the web must be paid. It is difficult to fight this war, nowedays: it is like to try to get paid for email delivery, or for accessing to things like twitter or facebook.

Anyway, without free access to some news, is not  our freedom in danger?

Murdoch: faremo pagare le notizie online – Corriere della Sera

NEW YORK – La News Corp., gigante delle comunicazioni che fa capo a Rupert Murdoch, potrebbe far pagare l’accesso alle notizie online a partire dalla metà del prossimo anno, ribadendo un’idea che lo stesso Murdoch aveva già annunciato lo scors0 8 maggio. Inoltre News Corp. potrebbe rompere l’alleanza con Amazon sul lettore digitale Kindle, se non si arriverà a una rinegoziazione degli accordi. Lo fa sapere Murdoch, il quale si è detto scontento delle relazioni tra Kindle e i lettori online dei suoi giornali, lasciando anche trapelare la possibilità di un accordo tra News Corp e Sony.

via Murdoch: faremo pagare le notizie online – Corriere della Sera.

Prendiamo spunto da questa notizia e facciamo qualche riflessione.All’inizio del web, i giornali hanno tentato di creare siti web in parte gratuiti ed in parte a pagamento.

Continue reading “Murdoch: faremo pagare le notizie online – Corriere della Sera”

Telecom troubles

Tronchetti Provera ha deciso di scorporare Tim da Telecom.
Questa azione pare orientata trasformare Telecom in una “media company” e palesa l’intenzione di usare ricavere del denaro da questa operazione.
E’ quindi abbastanza probabile che almeno una parte di Tim verra’ ceduta: si vocifera di accordi con aree vicine alla TV satellitare, ma sono solo illazioni al momento.


Poiche’ Tim e’ rimasta l’unica azienda italiana di telefonia, e data la dimensione e la storia statale di Telecom, il governo si e’ risentito per questa mossa a sorpresa di Tronchetti.

Sono da indagare le ragioni profonde del dissesto di Telecom.
Il tentativo di Tronchetti e’ di migliorare i conti della capogruppo, trasformando Telecom Italia in una “media company”, magari facendo entrare Murdoch nel consiglio di amministrazione di TIM.

Personalmente sono molto dubbioso sul radioso futuro di AliceOnTV e vedo molto meglio il digitale terrestre, caldeggiato dal gruppo di potere Berlusconi.