[emacs] save a macro « /home/edivad

Once you have recorded a macro, you can save it for later usage on a file (or within your .emacs). The steps to follow in order to get this work, is (1) give a name to the macro, (2) insert it into a buffer.

M-x name-last-kbd-macro RET my-cool-macro-name

then (what I usually do), open a buffer for saving it and insert the macro into it

C-x C-f ~/my-buffer.el ;;open a new (or existing one) file.

M-x insert-kbd-macro RET my-cool-macro-name ;;insert the macro into the buffer

C-x C-s ;;save the buffer

Now, it’s time to use the saved macro. If you have saved it in your .emacs you’ll have it ready on every emacs startup, otherwise it’s enough to load the .el file when needed (I prefer this way)

M-x load-file RET ~/my-buffer.el

Possibly related posts: (automatically generated)

[emacs] save a macro « /home/edivad

The Valueteam PDFGenerator

 

Per un importante cliente di ValueTeam, ho sviluppato per un'applicazione chiamata PDFGenerator, che è stata pacchettizzata come un vero e proprio prodotto.
PDFGenerator nasce in una situazione caratterizzata da un alta variabilità dei requisiti utente.

Le specifiche del progetto hanno subito variazioni significative nell'arco di quattro anni, ed alla fine i requisiti utente erano parecchio mutati.  L'applicazione, già fatturata, non era ancora stata validata dal Cliente finale, ed era passata di mano moltissime volte.
Da un lato c'era la necessità di fornire uno strumento semplice da utilizzare, dall'altro la possibilità di espanderlo nel momento in cui le esigenze di Business del Cliente fossero cambiate, contenendo i costi di sviluppo.
Questi due aspetti erano acuiti in questo contesto, poiché i dati potevano provenire da fonti assai eterogenee per tipologia (database o personale del marketing) e l'utente finale doveva elaborarle in modo uniforme e rapido.
Per queste ragioni la specifica era cambiata spesso nel tempo, e la sfida era notevole.
PDFGenerator è semplice dal punto di vista software, e la sua forza sta nell'idea, e nella capacità di capire l'utente finale.

Si tratta di una applicazione che è in grado di caricare dati da un backend, e di generare poi a partire da esso una serie di documenti Word parametrici, da cui l'utente genera documenti pdf.
Tali documenti sono una serie di informative sui prodotti erogati dal Cliente verso i loro partner commerciali.

Si tratta di gestire agevolmente oltre 500 documenti, simili tra loro ma divisi in moltissime tipologie.

L'applicazione consente all'ufficio marketing di creare informative personalizzate, ed è integrata con Microsoft Office.
Il back end può essere esteso in diversi linguaggi (Java, .NET ecc) purché generi in uscita un file Excel.
Un modello MS-Word poi si occupa di integrare, con una serie di macro, i dati provenienti dall'Excel e di consentire, in modo guidato, la generazione di un vasto numero di documenti MS-Word.
E' quindi possibile estendere l'applicazione nelle due direzioni:
+ dal lato backend, arricchendo i moduli che forniscono i dati.
+ dal lato del front end, personalizzando l'interfaccia utente
L'estrema attenzione al Cliente si è concretizzata nello sforzo di fornire una interfaccia di amministrazione semplice e gradevole, seguendo i più moderni dettami dello Human Interface Design.

Inoltre, l'aspetto più importante è stato comprendere le esigenze del cliente attraverso lo sviluppo incrementale di una serie di prototipi operativi. Lo sviluppo di prototipi operativi in tecnologia WebJ2EE risulta difficoltoso,  mentre appoggiandosi agli widget grafici di MS-Office è stato possibile ridurre di quasi tre volte lo sforzo operativo.

Per maggiori informazioni, mandate un email