Come comperare gli altri

Silvio Berlusconi è sulla scena politica da 18 anni (dal 1992).

C’è una cosa che apprezzo di mr Berlusconi: la sua capacità di far funzionare le cose.
Quello che non apprezzo è il tempo troppo breve in cui riesce a farlo.

Ve ne siete mai accorti?
Per fondare un partito e portarlo in parlamento, Berlusconi ha impiegato meno di un annetto, un microsecondo rispetto al tempo normalmente necessario per una operazione di questo tipo.

La capacità del propietario di Mondadori di ottenere consenso è paragonabile al canto delle sirene incontrate da Ulisse nella Odissea di Omero.

Tale capacità non può essere liquidata solo considerando la leva economica che il fratello del possessore de “Il Giornale” ha messo in campo, fondando e foraggiando un partito da zero.

Quello che c’è di magico è la capacità di spostare persone ed opinioni dalla sua parte, con una facilità che probabilmente politici di lunga data gli invidiano, senza capirla.

E come si fa? Vi svelerò un segreto: per comperare rapidamente la parte avversa devi vendere le tue idee.
Non c’è più bisogno di discutere, se si è disposti a scendere a patti su tutto.

Berlusconi è l’esemplificazione del politico senza una spina dorsale ideologica: tutto fa brodo al presidente del Milan pur di raggiungere lo scopo.
Questa strategia efficace (ed in parte segreta) crea contradizioni al limite della follia.
E’ venuta allo scoperto con il caso Scajola (che non sa chi gli abbia pagato la casa),con Bertolaso (che faceva sesso con massaggiatrici senza saperlo), con Fini (che si sveglia dopo 15 anni e si accorge che Silvio è liberticida).

E con lo stesso cattolicissimo Silvio, che incoraggia la scuola privata, è osservante della chiesa ma al contempo offre a Gheddafi 500 ragazze da convertire, si fa pescare a comperare diamanti ad una amichetta minorenne, è il campione delle quote rosa (con candidate come Carfagna e Gelmini) ma è anche famoso per le sue barzellette sessiste e di dubbio gusto…

La situazione è veramente umoristica, se di mezzo non ci fosse il futuro del paese, ora saldamente in mano a persone che non vorreste invitare a cena nemmeno morti (leggi: il partito leghista).

La Lega decide chi va in prigione, ha in mano il ministero dell’Interno e del Tesoro, due ministeri chiave!
E si capisce lo scopo di tutto questo: arrivare alla presidenza della Repubblica…ma Silvio, come arriverai lassù quando ti sarai svenduto tutto?

Rifletteteci anche voi, ogni volta che lo vedete in TV…bhe forse così spesso è eccessivo!…

Proxy NTLM

Spesso capita di dover scaricare file al di fuori del browser: per esempio per installare software o per consentire ai propri programmi python/java/curl di effettuare delle azioni programmatiche

Se avete problemi con i proxy Microsoft (cosa abbastanza comune, vista la diffusione), su Internet trovate una soluzione:

Cntlm Authentication Proxy vi consente di avere un proxy integrato con il meccanismo non standard usato da Microsoft per autenticarsi. L’utility funziona molto bene, e potete integrarla con cygwin e/o python definendo la seguente variabile d’ambiente

HTTP_PROXY=http://127.0.0.1:3128

Grazie a questo trucco aggiuntivo, il proxy sarà usato da libcurl e da python.

Per Java invece può bastare lanciarlo con

java -Dhttp.proxyHost=127.0.0.1 -Dhttp.proxyPort=3128 classe.da.Lanciare

Junction: symbolic directory links on Windows

Windows 2000 and higher supports directory symbolic links, where a directory serves as a symbolic link to another directory on the computer. […]Directory symbolic links are known as NTFS junctions in Windows. Unfortunately, Windows comes with no tools for creating junctions—you have to purchase the Win2K Resource Kit, which comes with the linkd program for creating junctions. I therefore decided to write my own junction-creating tool: Junction

Continue reading “Junction: symbolic directory links on Windows”

Futuro e Libertà: l’unica novità degli ultimi cinque anni

Con il discorso di domenica, Fini ha finalmente palesanto un programma di partito (che ancora non c’è…ufficialmente) che ci sentiamo di approvare in parte. Il discorso di Fini è un mix di tattica politica (tesa a non alienare gli elettori fedeli del Pdl) ma contiene (finalmente!) anche del contenuto solido. Vediamolo in modo analitico

Dichiarazioni

 

 «Il garantismo è un principio sacrosanto, ma mai può essere considerato come una sorta di impunità permanente. Deve essere, infatti, garantita la condizione che processi si svolgano e si concludano e che si accertino se ci sono responsabilità».

«Gli italiani hanno il diritto di scegliere non solo il premier ma anche i loro parlamentari».

Le citazioni sono tratte dal Corriere della Sera
Continue reading “Futuro e Libertà: l’unica novità degli ultimi cinque anni”