Lettere a mio figlio: semplificazionismo

Ciao Figlio mio,
mancano circa 224 giorni alla tua nascita.

Se la scienza medica è precisa (e non lo è mai…)  dovresti nascere una bella giornata di Maggio 2010. Il tuo papino avrà approssimativamente 36 anni (questo è quasi certo :)

Iniziamo col dire che l’anno della tua nascita è molto comodo, poiché sarà facile dire quanti anni hai con semplici sottrazioni (per es nel 2022 avrai 12 anni).

I grandi chiamano questa cosa “semplice”.

Per cui nasci sicuramente nel segno del semplificazionismo, che sta anche dilagando in Italia.

Pensa che in Italia il nostro primo ministro sta cercando di semplificare la legge, facendo in modo che le persone potenti (e quindi più esposte alla concussione e alla corruzione) possano evitare la galera, piuttosto che essere perseguitate per i loro crimini. Lo chiamano “Lodo Alfano”, ma è una cosa così ingiusta che dei signori vecchi e noiosi, a guardia dell’uguaglianza, gli hanno detto che non si può fare. E il nostro primo ministro SB ha iniziato a fare i capricci e ha sparare contro tutto e tutti.
Ti prego di non fare i capricci figlio mio, fino a quando avrai 70 anni suonati. Preferirei smettessi intorno ai 5 anni (cioé nel maggio 2015! non vedi che comodo è?).

Ma semplice è anche il contrario di complicato figlio mio. Nel lavoro di tuo papà (che è sempre un caos inenarrabile) la prima cosa che tocca fare è spiegare a persone complicate come fare le cose semplici, per consentire poi ad altre persone complicose (manager) di complicarle ancora, e portarle al successo  ugualmente.

Semplice è anche opposto di burocrazia, che è quella macchina organizzativa che vorrà sapere, quando nascerai, il tuo nome, il tuo cognome e ti affibbierà un codice fiscale (tutte cose abbastanza semplici, tranne il “codice”….).

Ma non ti preoccupare figlio mio, per i primi tempi sarà semplice la tua vita: la mamma ti darà il latte e il papà ti farà fare i ruttini.

Cerca solo di avere poche coliche (semplice, no?).

Leave a Reply