Leggendo qua e là

La britannica Nature, una delle più antiche ed importanti riviste scientifiche, forse, in assoluto quella considerata, insieme a Scienze, di maggior prestigio nell’ambito della comunità scientifica internazionale,  il 7 agosto, in un dettagliato articolo dal titolo “Clean hands, please” (Mani pulite, per favore) avverte: “…Per di più le connessioni tra i Ministeri della sanità e del welfare con il sistema industriale sono sgradevolmente strette: per esempio la moglie del ministro Maurizio Sacconi è direttrice generale di Farmindustria, l’associazione che promuove gli interessi delle aziende farmaceutiche … Infatti il Governo Berlusconi ha già manifestato l’inquietante tendenza di permettere a interessi industriali di estendere la loro influenza su agenzie dello Stato”. Nature, che, a differenza di quanto accade nel nostro Paese, dove la memoria viene considerata ingombrante, ricorda che gli scandali nel nostro Ministero della Salute abbiano origini lontane risalendo ai tempi dei De Lorenzo, dei Poggiolini, ecc. “Il Governo”, conclude Nature, “dovrebbe pensare due volte se può essere il caso di riaprire la porta che è stata sbarrata dopo il caso Poggiolini”.
Ma vi siete mai domandati perché in tv appare sempre il viceministro alla salute Fazio ed il Ministro Sacconi no?
Ma è normale che per sapere cosa è avvenuto e cosa ancora avviene in Italia, dobbiamo leggere la stampa estera?

Sì e normale, anzi tra un pò i giornali non parleranno più di nulla che  Berlusconi non voglia.

Modalità di sospensione per iMac e MacBookPro

English version here

Gli iMac intel vecchio modello (bordo bianco e plastica trasparente) e i MacBook Pro, dispongono di una modalità di “sospensione” simile a quella di WindowsXP.  Sospettiamo che tale feature sia disponibile per tutti i mac intel venduti dal 2007.

La modalità di sospensione consente di salvare il contenuto della Ram su disco, e di spegnere completamente il computer.

Per attivarla è sufficiente modificare una impostazione del computer, e poi usare la normale modalità di “sleep”.

Per procedere createvi i seguenti due alias:

alias hibernateon="sudo pmset -a hibernatemode 5"
alias hibernateoff="sudo pmset -a hibernatemode 0"

e poi invocate
hibernateon

Da questo momento ogni  “sleep” porterà ad una sospensione totale.

Ecco il significato del flag hibernatemode:

pmset -g | grep hibernate

This should return one of the following:

  • 0 – Legacy sleep mode. It will save everything to RAM upon sleeping but does not support “Safe Sleep”. Very fast sleep.
  • 1 – Legacy “Safe Sleep”. This is the “Safe Sleep”. Everything your laptop goes into sleep, it will save everything to harddisk. Slow on Sleep and Startup.
  • 3 – Default. As described above, when sleeping, contents are saved to RAM. When battery runs out, hibernate occurs.
  • 5 – Behaves as 1 but applicable only for modern Mac that uses “Secure virtual memory”.
  • 7 – Behaves as 3 but applicable only for modern Mac that uses “Secure virtual memory”.

Google contro Murdoch: è la guerra delle notizie

Non è la prima volta che seguiamo i tentativi di Mr Murdoch di rendere a pagamento le notizie: leggiamo su Repubblica.it di questi giorni:

«Everything is competition», è tutta concorrenza dice Rupert Murdoch, il più grande magnate dell’ informazione, il proprietario di Sky News e Fox, Wall Street Journal e Times, per tacere dell’ indice Dow Jones e della Twenty Century Fox. Ma se è concorrenza, allora che sia leale,e Internet paghi: paghi per i contenuti «rubati» ai giornali, paghi per le notiziee le analisi che finiscono, gratis, in rete. «Chi prende i nostri articoli e li utilizza è un ladro», dice SuperRupert a David Speers, che lo intervista 37 minuti per Sky News Australia, naturalmente di sua proprietà. Si riferisce a Google? «A Google, a Microsoft, e Ask.com: c’ è un mucchio di gente lì».

Il genietto della pirateria che spaventa Steve Jobs – Tecnologia – Repubblica.it

Assomiglia alla storia di Davide e Golia, con il giovane armato di fionda che batte il gigante, il lungo duello tra la Apple e George Holtz, lo studente fuoricorso che riesce regolarmente a vanificare gli sforzi del colosso informatico guidato da Steve Jobs per limitare luso delliPhone ai soli prodotti graditi allazienda. Oppure a Tom e Jerry, dove il topo dispettoso ribalta le parti e manda il gatto al manicomio. I tentativi della Apple di mettere il suo gioiello al riparo dalle incursioni di Hotz vanno avanti infatti da tempo con risultati sempre più frustranti. Questo mago dellhackeraggio di appena 20 anni ha riconquistato ora gli onori della cronaca negli Stati Uniti dando alla luce il suo capolavoro. “Si chiama Blackra1n ed è un software in grado di sbloccare un iPhone in appena due minuti: tutto ciò che devono fare gli utenti è infilare il loro cellulare nel pc, lanciare lapplicazione e premere un bottone”, scrive con malcelata ammirazione il mensile Wired. In sostanza, lo straordinario successo di Holtz consiste nel riuscire a vanificare lo sforzo della Apple per decidere cosa si può fare con il suo apparecchio e con quali programmi. Una volta “aperto” con la chiave virtuale che Holtz mette a disposizione gratis online, liPhone è in grado di capire e far funzionare anche quelle applicazioni che nelle intenzioni della casa costruttrice dovrebbero essergli vietate. A pagarlo sono infatti le aziende interessate ad entrare anche nel mercato degli utenti iPhone.

via Il genietto della pirateria che spaventa Steve Jobs – Tecnologia – Repubblica.it.

Lettera al mio bimbo: rischio tamarroide

Ciao bimbo mio,
questa setimana, con una intrusione nella tua privacy abbiamo scoperto che probabilmente sei di sesso maschile.

Ammetto che non è stato delicato scoprirlo con una ecografia pochi giorni dopo la formazione dei tuoi genitali, e che magari avresti voluto tenere la suspence per un pò, ma sai eravamo così impazienti…bimboMio200911
Dall’immagine si deduce anche che ti stai succhiando il pollice (di già?! che impazienza!). Guardandoti così, con il tuo pollicione, la tua anca ben formata e il testone bello in evidenza, ho iniziato a pensare a tutte le cose a cui pensi quando sai che avrai un figlio in arrivo. Di solito questi pensieri sono un pò a casaccio, e difatti oggi mi sento in dovere di metterti in guardia dai comportamenti tamarroidi.

So che non c’entra molto, ma per fortuna posso andare fuori tema nel mio sito personale  (sennò che divertimento c’è a faticare per fare sto sito personale?! :)

I comportamenti tamarroidi sono quelle cose che impari quando inizi ad andare a scuola, e conosci inevitabili compagni tamarri, tipicamente con padri con l’alfa integrale 159 o un SUV grande come un parco giochi. Oppure che dicono “mi consenta”. Gli amici tamarroidi hanno una propensione a comportamenti che siano allo stesso tempo stupidi & proibiti, per es: dire barzellette sporche a dieci anni, fumare a 13 anni, essere razzisti a 14, essere debosciati e/o panka-bestia a 15, avere una malattia venerea già a 16, cercare di diventare a apatici e senza uno scopo nella vita da 17 in poi…

Note finali

La mamma, essendo tu un maschietto, vuole che giochi con i “Mormiti”. Immagino che intenda dei pupazzetti metà Moromoni (e quindi casti) e metà Gormiti. Suppongo che abbiano un cappello e la barbetta di sopra, e le zampe fosforescenti e con le squame di sotto: essendo sgradevoli al resto della popolazione femminile si butteranno sullo studio (tipo Leopardi) e quindi immagino siano saggi… A me è sufficiente  che non giochi e basta e che ogni tanto agisci da bulletto di quartiere!…sembra che vada così di moda in TV, e non voglio che mi cresci anti-conformista (almeno non da subito :)